Portavoce degli umani

Al Tour of Britain Matteo Trentin ha provato a resistere a Mathieu van der Poel fino a 150 metri dal traguardo. Poi si è arreso e ha allargato le braccia: più di così proprio non si può fare. 

Categoria: 

Una follia

La diciassettesima tappa della Vuelta è un inseguimento nel vento in grado di far saltare tutti i programmi, ma non le speranze di Primož Roglič. Un pomeriggio a 50 all'ora che premia un vecchio marinaio, capace di navigare burrasche e follie.

Categoria: 

Con la pipa

Uncino, addolcitore, tettuccio, cappello, gancetto.

Categoria: 

Aquí Radio Andorra

Quando il segnale tv è stato ripristinato, Miguel Ángel López non era più da solo all’inseguimento degli ultimi fuggitivi di giornata: Valverde e Quintana l’avevano raggiunto.

Categoria: 

Uno di quegli stupidi

Ángel Madrazo non ha una faccia da ciclista.

Con le guance tondeggianti e gli occhiali incollati sul naso parrebbe più che altro uno studente di ingegneria in Erasmus.

Categoria: 

Tanti pezzi combinati

Due anni fa Marcel Kittel era il più forte velocista al mondo. Qualche giorno fa ha annunciato il ritiro. Anche nel ciclismo, la corrispondenza tra atleta e uomo rimane una questione tutt’altro che risolta.

Categoria: 

Bici e testardaggine

Angela Gimondi, la mamma di Felice, lavorava al cotonificio di Zogno quando s’innamorò perdutamente: «Un fattorino aveva una bici... quanto mi piaceva! La bici, non il fattorino.

Categoria: 

Chi altro c'è?

Quando su tredici corridori all’attacco quattro sono della stessa squadra, suona alquanto improprio parlare di fuga.

Categoria: 

Semi di Girasole 2019

Il Tour de France 2019 lo abbiamo raccontato come lo abbiamo visto, ogni pomeriggio: attraverso i fermo immagine della corsa, le visioni captate dalla tv e dai social network. Ne è risultato un grande collage, di istantanee sfuocate, sguardi dispersi e idee sudate.

Categoria: 

Tourbillon 2019

Ci sono tanti modi per guardare, vivere e commentare un Tour de France. Nel 2019 abbiamo scelto un punto di vista diverso, solo apparentemente lontano dalla corsa. Abbiamo guardato la Grande Boucle ogni giorno da un bar della provincia barese, dove il tempo sembra quasi essersi fermato, come l'aria dell'estate.

Categoria: 

Pagine