Deep down in the jungle

Parte oggi da Bitam la prima corsa professionistica dell'anno, l'unica a svolgersi in Gabon, la più importante gara ciclistica d'Africa.

Categoria: 

La vista di una montagna - Marco Pantani era Charlie Parker

Si è scritto troppo su Marco Pantani, ma non si è mai rimarcato davvero, il fatto che Pantani ascoltasse Charlie Parker. E proprio come il padre fondatore del Bop, Pantani ha rotto i canoni prestabiliti della sua arte, riportandoli ad una dimensione più istintiva, più emozionante.

Categoria: 

Tourbillon: Che cos'è, dove si trova

Dove si trova e cosa contiene l'ebook di Bidon ispirato al Tour de France 2019.

Categoria: 

Cinque anni di vita

Il nipote di Ercole Gualazzini gioca a calcio, in serie A. La scorsa settimana ha segnato all'ultimo minuto, sotto gli occhi del nonno.

Categoria: 

Raymond Poulidor (1936-2019)

Raymond Poulidor è morto a 83 anni. Era un ex-corridore da più di quattro decenni, ma i francesi lo consideravano ancora e a tutti gli effetti un simbolo, un mito vivente, l’incarnazione stessa del Tour.

Categoria: 

Quattro uomini e un muro

In questa fotografia ci sono quattro corridori e un muro. E tra loro il più famoso è l'unico ad essere scomparso, esattamente 30 anni fa: il muro.

Categoria: 

[Lombardia 2019] Mollema resiste

L’autunno comincia con la cascata di foglie che investe i corridori mentre arrancano sul Muro di Sormano. È un sipario dal quale appaiono per primi Ciccone e Majka, traini di un gruppo che intanto perde un pezzo dopo l’altro.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Facce mondiali

Quello di ieri è stato un mondiale di gambe.

Gambe grosse, tornite, tirate. Gambe che spingono e s’impastano, che rilanciano e s’incatramano.

Categoria: 

[Yorkshire2019] Il sole sorge sempre

Ad Harrogate Matteo Trentin non ha sbagliato nulla, eppure ha perso. Mads Pedersen è stato più forte: e il nuovo campione del mondo, e Trentin è pietrificato.

Categoria: 

Pagine