Venerdì pomeriggio prende il via la Grande Boucle e per l’occasione torna un classico di Bidon, la Tour Musette, un virtuale sacchetto dei rifornimenti contenente tante borracce quante sono le probabilità che associamo a ciascuno dei favoriti, da un minimo di 1 a un massimo di 5. Cin!

*

Di Bidon

Dobbiamo ancora capire bene in che modo scriveremo il suo cognome, ma l’impressione è che lo scriveremo spesso. 

Il profilo Twitter ufficiale propone Girmay, mentre su Instagram acquista una e finale e diventa Girmaye. La traslitterazione internazionale si lancia talvolta in un Ghirmay francamente dubbio, suggerendo di lasciar legiferare sulla questione il sito della Intermarché Wanty-Gobert, la sua squadra, il quale si schiera per la prima versione, quella senza e e senza h.

Di Leonardo Piccione

Dobbiamo ancora capire bene in che modo lo scriveremo, il suo cognome, ma l’impressione è che lo scriveremo spesso. 

Il profilo Twitter ufficiale propone Girmay, mentre su Instagram acquista una e finale e diventa Girmaye. La traslitterazione internazionale si lancia talvolta in un Ghirmay francamente molto dubbio, suggerendo di lasciar decidere sulla questione il sito della Intermarché Wanty-Gobert, la sua squadra, il quale allineandosi a Twitter si schiera per la prima versione, quella senza e e senza h.

Di Leonardo Piccione

Approda in questi giorni nelle librerie "Solo - Vita in fuga di Thomas De Gendt", l'edizione italiana della biografia del corridore della Lotto, pubblicata da Mulatero Editore. Vi proponiamo un estratto da uno dei "diari di corsa" di Thomas De Gendt: il racconto della Mâcon – Saint-Étienne, al Tour de France 2019.

Di Bidon

Domenica mattina, scorrendo un po’ di commenti post-Lombardia, mi sono soffermato su un tweet in particolare.

Di Leonardo Piccione

Quelle che iniziano domani pomeriggio a Burgos saranno le ultime tre settimane di Fabio Aru da ciclista.

Le ultime tre settimane da ciclista professionista, dal momento che, nel post Instagram attraverso cui ha comunicato la sua decisione, Aru ci ha tenuto a specificare che non ha «nessuna intenzione di lasciare la bici in garage».

Una delle cose che ha imparato nei difficili mesi che hanno portato al suo addio alle competizioni, ha spiegato, è che ama il ciclismo, e ancor di più ama andare in bici. 

Di Leonardo Piccione

La scorsa settimana il football NFL ha sperimentato un racconto dello sport mai visto, con una diretta rivolta totalmente al pubblico dei bambini. E se ci provasse anche il ciclismo? Qualche riflessione sulla comunicazione che cambia.

Di Filippo Cauz

È appena uscito, per 66thand2nd, "Ernesto Colnago - Il Maestro e la bicicletta", in cui il grande telaista si racconta a Marco Pastonesi ripercorrendo le tappe della sua straordinaria traiettoria ciclistica. Pensieri e certezze rotonde, filosofia e religione del lavoro, fino alla nuova esplosione delle due ruote.

Di seguito vi proponiamo integralmente l'introduzione al volume, firmata da Fabian Cancellara.

 

Di Bidon

È tutto un complesso di cose che ha fatto sì che negli ultimi giorni abbia riascoltato corposi segmenti della produzione di Paolo Conte, ricavandone il consueto piacere, numerosi benefici spirituali e una solida certezza: nessuno in Italia – e, per quanto ne sappia, nel mondo – ha scritto di ciclismo con la sua efficacia e a un tempo la sua poesia.

Di Leonardo Piccione

Un ricordo personale di Gianni Mura, che ci ha insegnato che il ciclismo offre sempre qualcosa a chi ha voglia di narrare, e che dalle grandi corse possono nascere grandi racconti.  

Di Bidon

Pagine