"Dietro la prossima curva", la serie tv che segue la stagione 2019 del Team Movistar, potrebbe farvi sorgere il desiderio di fare al più presto alcune cose.

Di Leonardo Piccione

Un ricordo personale di Gianni Mura, che ci ha insegnato che il ciclismo offre sempre qualcosa a chi ha voglia di narrare, e che dalle grandi corse possono nascere grandi racconti.  

Di Bidon

Le gare ciclistiche italiane di primavera sono annullate o rimandare: un mese di marzo senza la via di fuga immaginaria che sono le corse è qualcosa di prossimo al peggiore degli incubi. Ma se c'è una cosa che il ciclismo nel tempo ci ha insegnato più di altre, quella è il valore dell'attesa.

Di Leonardo Piccione

Parte oggi da Bitam la prima corsa professionistica dell'anno, l'unica a svolgersi in Gabon, la più importante gara ciclistica d'Africa.

Di Bidon

Si è scritto troppo su Marco Pantani, ma non si è mai rimarcato davvero, il fatto che Pantani ascoltasse Charlie Parker. E proprio come il padre fondatore del Bop, Pantani ha rotto i canoni prestabiliti della sua arte, riportandoli ad una dimensione più istintiva, più emozionante.

Di Riccardo Spinelli

Dal 22 aprile del 2017 Filottrano, la cittadina natale di Michele Scarponi, ha iniziato un’altra delle sue vite. Siamo stati tra le sue strade, i suoi colori, la sua gente.

Di Bidon

Quello che ci attende è il weekend del cambio della guardia. La stagione del ciclismo su strada irrompe e prende il posto del ciclocross, che un po' ci mancherà, ma ci lascia la sua musica.

Di Filippo Cauz

Abbiamo chiesto a Marco Pastonesi di presentarci in esclusiva il suo ultimo libro, "Spingi me sennò bestemmio - Storie di ultimi: maglie nere, lanterne rosse e fanalini di coda" (Ediciclo Editore).

Di Bidon

Dopo un grandissimo inizio di stagione, il campione sloveno disputerà il suo primo Tour da capitano. In cerca di risposte a una cruciale domanda.

Di Leonardo Piccione

È vero, si sta correndo il Giro di Svizzera (e ieri ha vinto Quintana!). Si sta correndo il Giro di Slovenia (e ieri ha vinto Urán!). Ieri si è anche corsa la Dwars door het Hageland (e ha vinto Neilands!).

Però, amici, non nascondiamoci. Nelle prossime tre settimane, ci piaccia o meno, si parlerà più di pallone che di biciclette. Ed è giusto così: i Mondiali sono - dopo il Giro, il Tour, la Vuelta, la Roubaix, il Fiandre, la Sanremo, il Lombardia, la Liegi, la Strade Bianche, la Freccia Vallone e il GP di Lugano - l'evento sportivo più importante dell'anno.

Di Leonardo Piccione

Pagine