Chiamarsi Geraint Thomas non è facile se hai un account Twitter col tuo nome e si avvicina il mese di luglio. Eppure questo signore gallese a imparato a convivere con una marea di notifiche, a divertirsi e a divertirci. Gli abbiamo chiesto di raccontarci come.

Claudio Gregori è un autore con uno spiccato gusto per il dettaglio e la ricerca, e i suoi pezzi “d’altri tempi” hanno segnato trent’anni di giornalismo sportivo italiano.

Una lunga conversazione con Jacopo Guarnieri, professione ultimo uomo, che nel tempo insieme alla lettura delle corse ha affinato due idee: su quello che fa e su quello che è.

Una lunga chiacchierata con il regista di "Wonderful Losers - A different world", il documentario che accompagnerà il Giro diversi cinema d'Italia.

«Mi piacerebbe andare in salita come Nibali, durare nel tempo come Valverde, e infine avere la simpatia di Scarponi.»

Lo scorso inverno abbiamo fatto una lunga chiacchierata con tre giovani del nostro ciclismo. Vi riproponiamo quanto ci disse Gianni Moscon, protagonista assoluto di questo avvio di Vuelta a España nel ruolo di disintegratore del team Sky.

Gianni Moscon, Valerio Conti e Giulio Ciccone, giovani e forti, ci hanno raccontato cosa vuol dire correre, cosa vuol dire vincere, cosa vuol dire scegliere e cosa vuol dire essere liberi.

mura

Nel primo episodio di “Bidon collé”, la rubrica aperiodica in cui ci confrontiamo con i narratori del ciclismo, abbiamo incontrato Gianni Mura, punto di riferimento assoluto del giornalismo italiano.

Davide Rebellin è ciclista professionista da quando gran parte dei suoi colleghi ancora non sapeva andare in bicicletta, ma ha ancora voglia di pedalare - e di vincere.

Una lunga chiacchierata con Arūnas Matelis, regista del documentario "Wonderful Losers - A different world" che si appresta a seguire il Giro con una serie di proiezioni in diversi cinema d'Italia.