Parole in libertà su altri quattro ciclisti che è bene avere al proprio fianco nel 2017. In questo episodio: Oss, Kiryienka, Roglic e Grmay.

Parole in libertà su quattro ciclisti che è bene avere al proprio fianco nel 2017. Nel primo episodio: Scarponi, Howson, Trentin e Pantano.

Storia di Federico Martín Bahamontes, l'Aquila della Mancha che rubava la frutta e scalava le montagne, sino a che il suo cuore gli diceva il giusto.

Comincia il Festivàl della Canzone Italiana, la seconda cosa più famosa della città di Sanremo. Per rendere omaggio a fiori, ugole e pedivelle, proponiamo una compilation di musica e biciclette.

Il mondiale di ciclocross di Bieles è stato una sfida alla sorte, con due cavalieri aspiranti re e due torri da conquistare, nella terra dei castelli, dei prati e delle nuvole.

Abbiamo provato a interrogare gli astri, o qualcosa di simile, per capire cosa dobbiamo aspettarci da questo 2017 del ciclismo e da alcuni suoi protagonisti. La risposta è beffarda e misteriosa.

Una volta chiesero a Jens Voigt perché continuasse ad andare così spesso in fuga nonostante le probabilità di successo calassero col passare degli anni. "È semplice", rispose lui. "Se vai in fuga puoi vincere o non vincere. Se non ci vai, di sicuro non vinci". 

Questa è la storia di un record dell'ora fallito e riuscito. Una storia che sembra uscita dal secolo scorso, invece è di un pomeriggio di inizio 2017, e anche del secolo scorso. E' la storia di Robert Marchand, 105 anni.

La curiosa amicizia tra Michele Scarponi e un pappagallo coi colori dell'Astana.

Un estratto dalla lettera che Thomas Dekker aveva dedicato al se stesso più giovane all'indomani del suo ritiro.

Pagine